Utilizzo delle lenti a contatto


Utilizzo Lenti

Tutte le lenti a contatto tendono a sporcarsi in funzione del liquido lacrimale e degli agenti atmosferici a cui sono sottoposte, per questo necessitano di un’accurata manutenzione. Effettuare una corretta manutenzione è la regola fondamentale per preservare la funzionalità ottimale delle lenti a contatto e garantire la salute oculare. Solo attraverso una gestione corretta delle fasi di manipolazione, rimozione, pulizia e conservazione, si può ottenere dalle lenti a contatto massimo comfort ed elevata sicurezza. Tutte le volte che vengono rimosse dagli occhi, a meno che non si tratti di lenti a contatto a ricambio giornaliero monouso, è necessario riporle nell’apposito contenitore porta lenti e immergerle nella soluzione più idonea. È importante sostituire anche il contenitore porta lenti una volta al mese e non effettuare mai queste azioni con le mani sporche. Eseguire in modo puntuale e rigoroso tutte le fasi che portano alle corrette disinfezione e conservazione delle lenti a contatto è fondamentale per evitare qualsiasi tipo di fastidio.
Si tratta di poche e semplici regole per ottenere la massima sicurezza e il miglior comfort dalle lenti a contatto. Se durante il normale porto si dovessero avvertire fastidi di qualsiasi tipo a livello oculare è importante rimuovere subito le lenti a contatto, avvisare il contattologo o rivolgersi al medico oculista.
Solo in questo modo si può risolvere in modo tempestivo il problema e non precludere l’utilizzo futuro delle lenti a contatto. Tutte le lenti a contatto richiedono una prescrizione medica valida, redatta in base a un protocollo individuale. È importante seguire un regolare programma di follow-up, come raccomandato dal contattologo (indicativamente dopo una settimana, un mese e sei mesi, e poi una volta l'anno). Rispettare i consigli relativi a pulizia, disinfezione e modalità di conservazione permette di evitare il rischio di complicanze potenzialmente pericolose per la vista. Le lenti a contatto non devono, di norma, essere indossate per più di un determinato numero di ore quotidiane (questo dipende dalle caratteristiche della lente e da quanto specificato dall’oftalmologo-contattologo), per un periodo superiore a quello previsto dalla tipologia della lente (es. giornaliera, settimanale, bisettimanale, mensile) e dovrebbero essere rimosse prima del riposo notturno. L'oculista o il contattologo può informare il paziente circa la migliore modalità di manipolazione e di conservazione della lente a contatto utilizzata. Una lente può deformarsi nel tempo e la cornea può cambiare forma, quindi il grado e l'adattamento della stessa devono essere valutati nuovamente su base regolare. Le visite di follow-up dovrebbero essere programmate a seconda delle esigenze visive e della specifica condizione oculare.

Schalcon offre i seguenti consigli per il corretto utilizzo delle lenti a contatto:
•    utilizzare sempre lenti a contatto sterili;
•    evitare l’uso delle lenti a contatto oltre il periodo previsto sulla confezione;
•    prima di manipolare le lenti, lavarsi le mani con acqua e sapone neutro, quindi risciacquarle, asciugarle con un panno pulito e privo di lanugine;
•    assicurarsi di pulire, strofinare e risciacquare le lenti a contatto ogni volta che si rimuovono;
•    laddove sia previsto un uso prolungato (es. settimanali, bisettimanali, mensili, ecc.) utilizzare sempre i migliori prodotti per la manutenzione delle stesse;
•    usare sempre soluzioni per lenti a contatto non scadute o rimaste aperte oltre il periodo indicato sulla confezione;
•    evitare di utilizzare l’acqua corrente per risciacquare o conservare;
•    non mettere mai le lenti in bocca per umidificarle a causa dell’elevata carica batterica che potrebbe contaminare le stesse;
•    conservare le lenti a contatto riutilizzabili nel conenitore porta lenti sostituendolo periodicamente;
in caso di disturbi della vista rimuovere le lenti e consultare il medico.

Leggi anche: